• Mattia Guadagnini PRESS

Round 6 - GP of Flanders

Aggiornamento: 2 feb


GP OF FLANDERS, ROUND 6 - 1 August 2021


Il sesto round del calendario MXGP si è svolto in uno dei tracciati più tosti del panorama mondiale, Lommel, in Belgio.

Pista caratterizzata dal fondo sabbioso che ogni anno mette a dura prova i piloti al via, e dove i “sabbiaioli” più esperti, spesso, fanno la differenza sui rivali.


La giornata di Mattia parte positivamente, con un 6° posto nelle qualifiche.

Il feeling con moto e tracciato è dei migliori, e il tempo fatto al quarto giro ne è la conferma, nonostante la pista già di per se molto selettiva, resa ancora più ostica dalle buche formatesi nella giornata del sabato con le gare europee.


In prima manche lo scatto dall’interno proietta Mattia nelle prime posizioni, ma dall’esterno sbuca Vialle a chiudere la traiettoria; nel tentativo di evitare il contatto con quest’ultimo, la KTM n°101 in procinto di frenata compie, come spesso si vede nella Moto Gp, il più classico degli “high side”, disarcionando Mattia e facendolo rovinare al suolo in mezzo alle moto dei colleghi.

Dopo qualche istante, il pilota veneto si rialza da terra dolorante e con il fiato corto per via dell’urto.

Il ritmo è ottimo, ma il distacco dal gruppo è abissale.

Con pazienza e con i tempi sul giro dei primi, inizia un forsennato recupero che lo vedrà 14° alla bandiera a scacchi.


Gara 2 inizia con uno scatto discreto, nelle prime curve Mattia evitando errori e cadute, perde qualche posizione.

Fatica a trovare il ritmo e le botte della prima manche si fanno sentire, soprattutto quelle riportate sul braccio destro, facendo chiudere lo sterzo in molte curve.

Sarà quindi una gara di “sopravvivenza”, chiude così 10°.


La somma dei punti delle 2 manche lo vede 12°.

Le parole di Mattia:


“É stato un weekend complicato, lo sapevamo che non sarebbe stato un GP facile, come già avevo detto, ma la caduta in gara 1 ha compromesso le mie prestazioni in entrambe le manche.

Ho cercato di resistere al dolore e fare del mio meglio per limitare i danni in una giornata che sarebbe potuta essere più positiva.

Ho perso anche parecchi punti dalla testa della classifica, ma rimango comunque secondo, e ora cercheremo di recuperare al più presto possibile.

L’obbiettivo ora per le prossime gare è di tornare nelle posizioni di vertice, che come ho avuto modo di dimostrare, sono nelle mie corde.

Ci vediamo domenica prossima in Lettonia, a presto!”



© photos: Ray Archer





166 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti