• Mattia Guadagnini PRESS

Round 5 - GP of Trentino

Aggiornamento: 13 apr


GP OF TRENTINO, ROUND 5 - 9/10 Aprile 2022


La seconda tappa italiana nel calendario MXGP ci ha portato lo scorso weekend nel suggestivo tracciato di Arco, ormai appuntamento fisso da molti anni.

La novità assoluta però è stata l'inversione di marcia del circuito.



DAY 1


Mattia, da subito a suo agio con la nuova configurazione della pista (che risulterà però molto stretta in alcuni punti rendendo i sorpassi difficili poi in gara), fa segnare il quinto tempo nelle prove libere.

Nelle Time Practice, le prove cronometrate che stabiliscono l’ordine per la scelta del cancelletto per la gara di qualifica, riesce a trovare delle buone traiettorie e al giro 10 fa segnare un ottimo 1:44.676 che lo proietterà terzo nella classifica finale.

Nella qualifying race, lo scatto non è brillante e viene chiuso alla prima curva.

Da subito cerca di attaccare i piloti che lo precedono per non perdere il gruppo di testa, ma proprio mentre sta per attaccare la sesta posizione, commette una scivolata che lo fa retrocedere di qualche posizione.

Riparte quindi decimo, perdendo il ritmo. Con lucidità, non prende altri rischi e termina la manche decimo, un gran peccato per la velocità dimostrata fino ad allora.



DAY 2


Con il decimo posto al cancelletto, la partenza di gara 1 risulta da subito complicata.

Un piccolo contatto con un altro pilota lo porta all’esterno di curva 1, e a seguito di altri contatti nelle prime fasi di gara, Mattia è oltre la quindicesima posizione.

Da subito inizia una rimonta scatenata, nonostante la nuova conformazione del tracciato Trentino che non permette di sorpassare facilmente.

Mattia ora è ottavo, risulta più veloce dei piloti che lo precedono, ma non riesce a trovare traiettorie capaci di fargli guadagnare velocemente altre posizioni.

Porterà a compimento “solo” un altro sorpasso, chiudendo così settimo.

Anche in gara 2 lo scatto è buono, ma nuovamente i piloti più interni allargano alla prima curva e Mattia si ritrova a curvare all’esterno, perdendo così alcune posizioni.

Mentre si trova in decima piazza, al primo giro, commette un piccolo errore che lo fa retrocedere ulteriormente nella classifica.

Da questo momento però la rimonta è più rapida e decisa nei sorpassi di gara 1.

Mentre si trova in quinta posizione, riesce ad avere “pista libera” per qualche giro, così da poter imporre il suo ritmo. Sarà proprio in questo frangente che farà segnare il record sul giro di manche, battuto solamente a 2 giri dal termine da un altro pilota.

Nei frangenti finali di gara, riesce a sferrare l’attacco alla quarta posizione e a portarsi “a tiro” della terza, ma ormai la gara è giunta la termine e deve accontentarsi del quarto posto.

Dimostra comunque una velocità e un ritmo degno delle posizioni di testa.

Con un settimo e un quarto nelle manche, conclude il Gran Premio quinto.

Le parole di Mattia a fine weekend:

“Sono soddisfatto del weekend a metà, ho dimostrato un’ottimo ritmo e i tempi sul giro sopratutto in gara 2 erano tra i migliori, ma purtroppo le partenze hanno condizionato il risultato finale.

Ho comunque raccolto punti importanti e ho guadagnato due posizioni in campionato, so che posso ottenere di più con la velocità che sto dimostrando, ma so che è solo una questione di tempo.

Continuerò a lavorare duramente, sopratutto sulle partenze, così da rendermi la vita più facile in gara.

Ora andiamo in Belgio per allenarci sulla sabbia e da li andremo direttamente in Lettonia fra due settimane.

Ci vediamo presto!”








Scritto da: Marzaro Tommaso

Photo: Marco Bortolamei / RIDEMODE

313 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti